Girls' World - It's Her Fault -
Lo stupro in tutto il mondo è il reato più sotto-denunciato.
Anche se un numero significativo di ragazzi e uomini subisce violenza sessuale, la maggior parte delle vittime di stupro sono donne e ragazze [1].
In tutto il mondo esiste una cultura sessista che spesso colpevolizza le vittime considerandole responsabili dello stupro perché si trovavano nel posto sbagliato, nel momento sbagliato, indossando abiti sbagliati e con le persone o l'atteggiamento sbagliato.

Si stima che una donna su 20 sia stata violentata [2]. Se si considera l'attuale popolazione mondiale femminile, sono 238 ogni minuto, 4 ogni secondo.
Questi numeri sono un'ipotesi ottenuta mettendo insieme i numeri di differenti ricerche. In tutto il mondo non ci sono statistiche affidabili sullo stupro: non solo l'accuratezza delle statistiche di paese in paese sembra casuale, poiché lo stupro è seriamente sotto-denunciato a causa dell'estremo stigma sociale connesso ad esso, ma anche le statistiche basate sui crimini registrati dalla polizia non sono necessariamente affidabili. Ci sono forti evidenze che la polizia sotto-registri alcuni crimini per raggiungere obbiettivi numerici e gli incentivi a questi connessi. Questa è una realtà che si riscontra non solo in paesi meno sviluppati e piu' corrotti, dove il rispetto per i diritti umani e' solo un sogno lontano, ma anche in paesi come il Regno Unito, dove il rispetto per i diritti di ogni essere umano è il cuore palpitante su cui si basa l'intera struttura sociale [3].

In molti paesi i dati non vengono nemmeno raccolti e quando lo sono, sono molto frammentati e generalmente basati su campioni di popolazione.
In alcuni paesi lo stupro non viene nemmeno considerato come un reato criminale.
In paesi come China, Afganistan, Pakistan, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e India, lo stupro coniugale è legale.
In alcuni paesi lo stupro è addirittura istituzionalizzato. In India e Pakistan, per esempio, ragazze e donne possono essere condannate dal consiglio della tribù ad essere punite tramite stupro di gruppo.
Negli Emirati Arabi Uniti e in Arabia Saudita lo stupro non viene riportato, perché le vittime vengono considerate colpevoli di “sesso illecito”, messe in prigione perché hanno commesso sesso al di fuori del matrimonio e sottoposte a punizioni corporali.
In molti paesi lo stupro è raramente denunciato, a causa dell'estremo stigma sociale che si abbatte su chi è stato stuprato, che spesso teme di essere vitima di violenze da parte della propria famiglia (delitto d'onore).
Nelle zone di guerra (durante i conflitti armati) lo stupro può essere usato come strategia militare, come arma, su ragazze, ragazzi, donne ed anche uomini ed è impossibile quantificare dei numeri [4].
A livello mondiale è difficile avere dei numeri per gli stupri commessi a danno dei bambini, perché generalmente questi abusi non vengono denunciati fino a quando le vitime diventano adolescenti o adulti e finalmente trovano il coraggio di parlarne tanti anni dopo che i fatti sono accaduti.
A livello mondiale è impossibile quantificare il numero di stupri commesso a danni di persone con disabilità intellettive.
A livello mondiale è impossibile definire il numero di stupri ai danni di adulti vulnerabili.
A livello mondiale è impossibile definire il numero di stupri nelle forze armate.
A livello mondiale è impossibile definire il numero di stupri nelle prigioni.
A livello mondiale è impossibile definire il numero degli stupri commessi ai danni di essere umani, che vengono utilizzati contro la loro volontà nel traffico sessuale [5].
A livello mondiale è impossibile avere statistiche sugli stupri commessi a danno di transessuali, poiché in molti paesi i transessuali sono obbligati a vivere vite segrete, accettando così ogni tipo di abuso in silenzio, per evitare ulteriori conseguenze / violenze.
A livello mondiale i dati statistici sulle spose-bambine non rappresentano la proporzione del problema, perché la maggior parte di questi matrimoni non vengono dichiarati e vengono celebrati come riti religiosi, che non hanno alcuna validità ufficiale. Le 'spose bambine' sono un fenomeno ancora radicato nella tradizione culturale di paesi in via di sviluppo come India, Africa e Sud America. Nelle comunità che vivono seguendo la legge islamica in modo pragmatico, è una tradizione comune sposare bambine con meno di 13 anni, per cui il problema si stà diffondendo globalmente anche nei paesi più sviluppati.

Per tutti questi motivi, è impossibile avere il numero preciso di stupri commessi contro ragazze e donne in tutto il mondo.

In alcuni paesi, le leggi costringono le vittime di stupro ancora minorenni a sposare i loro stupratori, legittimando l'abuso criminale delle ragazze. Queste ragazze sono condannate a una vita di sofferenza, per permettere al loro stupratore di sfuggire alla punizione e salvare il proprio onore.



[1] Understanding and addressing violence against women. Sexual Violence. World Health Organization 2012. http://www.who.int/reproductivehealth/topics/violence/vaw_series/en/

[2] NON. NO. NEIN. Say no! Stop violence against women. 2017 focused actions to combat violence against women. http://ec.europa.eu/information_society/newsroom/image/document/2016-48/vaw_factsheet_40137.pdf

[3] PASC report, Caught red-handed: Why we can’t rely on Police Recorded Crime published 09/04/2014. http://www.publications.parliament.uk/pa/cm201314/cmselect/cmpubadm/760/76002.htm

[4] Wartime Sexual Violence: Misconceptions, Implications, and Ways Forward. Usip 2013. http://www.usip.org/publications/wartime-sexual-violence-misconceptions-implications-and-ways-forward

[5] Understanding and addressing violence against women. Human Trafficking. World Health Organization 2012. http://www.who.int/reproductivehealth/topics/violence/vaw_series/en/