Girls' World - Missing Women -
Questo lavoro trae ispirazione dal documentario “È una bambina: le tre parole più mortali al mondo" [1].

Il termine 'missing women' ("donne scomparse") fu usato per la prima volta dal premio Nobel Amartya Sen alla fine degli anni '80:
si riferisce all'osservazione che in alcune parti del mondo (e in particolare in Asia), la popolazione ha un numero drammaticamente inferiore di donne paragonato a quello degli uomini. Si stima che tra i 100 e i 200 milioni di donne siano demograficamente "scomparse", vittime di aborto selettivo, infanticidio o nutrizione e assistenza sanitaria inadeguate: in alcuni paesi, se c'è mancanza di cibo, nutrono i bambini e lasciano le bambine a morire di fame. L'omicidio sistematico di membri di un sesso specifico è chiamato “genericidio”. Quando avviene perché sono femmine, si chiama femminicidio.



[1] http://www.itsagirlmovie.com/