This was supposed to be the European Year to End Violence against Women and Girls...
This-was-supposed-to-be-the=European-Year-to-End-Violence-against-Women-and-Girls
Le Nazioni Unite definiscono la violenza contro le donne come
“qualsiasi atto di violenza di genere che provoca o possa provocare danni fisici, sessuali o psicologici alle donne,
incluse le minacce di tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia che si verifichi nella vita pubblica che in quella privata” (Assemblea generale delle Nazioni Unite con la risoluzione 48/104 del 20 dicembre 1993 ) [1].

La violenza contro le donne e le ragazze è una delle violazioni dei diritti umani più diffuse e sistematiche.
È radicata nelle strutture culturali e sociali che mantengono la discriminazione di genere, piuttosto che in atti individuali e isolati; riguarda ogni società e oltrepassa ogni genere di confine generazionale, socioeconomico, educativo o geografico
e rimane il principale ostacolo per porre fine in tutto il mondo alla discriminazione di genere.
(Assemblea generale delle Nazioni Unite, 2006) [2][3].

Essa un'espressione di valori e modelli storicamente e culturalmente specifici,
che ancora oggi vengono messi in atto da molte istituzioni sociali e politiche che promuovono la sottomissione e la discriminazione delle donne e delle ragazze [4].

Secondo una ricerca intitolata "Global Study on Homicide 2013" ('Studio globale sull'omicidio') dell'Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine,
a livello mondiale, cinque donne all'ora vengono uccise dal loro compagno o da un membro della loro famiglia [5].

Secondo il programma Daphne III, in Europa sette donne al giorno muoiono a causa della violenza domestica maschile.

Inoltre, l'Istituto Europeo per l'Uguaglianza di Genere (EIGE) ha stimato che la violenza di genere costa all'Unione Europea circa €226 miliardi [8].

Una dichiarazione scritta, firmata da oltre 369 eurodeputati ha lo stesso impatto di una risoluzione [9].
Questo era il numero degli eurodeputati che il 9 September 2010 ha sottoscritto una dichiarazione scritta, invitando la Commissione a istituire “l’Anno europeo della lotta alla violenza contro le donne”.
Questa dichiarazione chiedeva alla Commissione Europea di stabilire, entro 5 anni, un anno europeo della lotta alla violenza contro le donne [10].

Gli anni europei mirano a sensibilizzare su determinati temi, incoraggiando iniziative e dialogo a livello nazionale ed europeo, incoraggiando dibattiti e cambi di mentalità.
Gli anni europei consentono di erogare fondi supplementari a progetti locali, nazionali e transfrontalieri che affrontano il tema prescelto.
Prendendo spunto dagli anni europei, le istituzioni dell'UE e gli Stati membri possono anche lanciare un forte segnale, impegnandosi a prendere in considerazione il tema in questione nelle loro future politiche.
In alcuni casi la Commissione europea può proporre nuovi testi legislativi sulla materia. [11].

Questo “anno europeo” di lotta alla violenza contro le donne non è mai stato stabilito.

Věra Jourová, commissario europeo per la giustizia, la tutela dei consumatori e l'uguaglianza di genere, ha preso l'iniziativa di dedicare il 2017 ad un'azione comune per eliminare tutte le forme di violenza contro le donne,
attraverso un anno di azioni focalizzate, che mira a connettere tutti gli sforzi fatti in tuta l'Unione Europea per fermare la violenza contro le donne [12].

La Commissione Europea ha proposto 'l'anno' come parte dell'iniziativa dell' Unione Europea di approvare la Convenzione di Istanbul [13].
Durante il 2017 la Commissione Europea ha lanciato una serie di iniziative mirate a combattere ogni forma di violenza nei confronti di donne e ragazze. [14][15][16] [17].
La Commissione ha anche stanziato 10 milioni di euro per sostenere interventi sul campo volti a prevenire la violenza di genere e aiutarne le vittime nell'Unione Europea [18].

A causa di tutti questi sforzi, mi sembra ancora più stupefacente che il 2017 non è stato riconosciuto ed elencato come un anno europeo ufficiale,
ma che può essere solo informale ed ufficioso

-Dall'aprile 2017 ho scritto differenti emails alla Commissione Europea, chiedendo una risposta. Nel settembre 2017 ho ricevuto un loro riscontro dove però non rispondevano alla mia domanda. Nel Novembre 2017 mi hanno mandato una seconda risposta con una lista dettagliata delle iniziative pianificate per il futuro, ma anche questa volta non hanno risposto alla mia domanda. Così gli ho inviato una nuova email chiedendo di leggere il verbale scritto durante l'ultimo incontro in cui la questione è stata discussa. Mi è stato risposto che non hanno alcun verbale di tale incontro.-



* I numeri sopra riportati riguardanti la violenza di genere, sono solo riferiti ad omicidi.
Ma le forme di violenza di genere sono molte e tutte ugualmente devastanti per le vittime. But the forms of gender-based violence are many and all equally devastating for the victims. Il Consiglio d'Europa ha istituito una pagina web che può aiutare a capire i differenti tipi e trovare aiuto.




[1] https://it.wikipedia.org/wiki/Dichiarazione_sull%27eliminazione_della_violenza_contro_le_donne
http://www.un.org/documents/ga/res/48/a48r104.htm

[2] UN General Assembly 2006. In-depth study on all forms of violence against women. Report of the Secretary-General, A/61/122/Add.1. http://www.refworld.org/docid/484e58702.html

[3] UN General Assembly 2006. Intensification of efforts to eliminate all forms of violence against women, A/RES/61/143. http://research.un.org/en/docs/ga/quick/regular/61

[4] http://endviolence.un.org/situation.shtml

[5] Global Study on Homicide. United Nations Office on Drugs and Crime, 2013. http://www.unodc.org/documents/gsh/pdfs/2014_GLOBAL_HOMICIDE_BOOK_web.pdf

[6] http://ec.europa.eu/justice/grants1/programmes-2007-2013/daphne/index_en.htm
http://www.e-abc.eu/it/progetto/daphne-iii/

[7] 'Estimation de la mortalité liée aux violences conjugales en Europe' (IPV EU_Mortality – 2007). http://www.psytel.eu/violences.php

[8] Estimating the costs of gender-based violence in the European Union: Report. European Institute for Gender Equality, 2014. http://eige.europa.eu/sites/default/files/documents/MH0414745EN2.pdf

[9] http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-//EP//TEXT+IM-PRESS+20100909IPR81796+0+DOC+XML+V0//IT

[10] http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=CELEX:52010IP0318&from=EN
http://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/ALL/?uri=CELEX:52010IP0318


[11] https://europa.eu/european-union/about-eu/european-years_it

[12] http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-17-4849_it.htm
NON. NO. NEIN. Say no! Stop violence against women. 2017 focused actions to combat violence against women. http://ec.europa.eu/information_society/newsroom/image/document/2016-48/vaw_factsheet_40137.pdf

[13] http://www.europarl.europa.eu/RegData/etudes/ATAG/2017/608671/EPRS_ATA(2017)608671_IT.pdf
https://www.coe.int/it/web/conventions/full-list/-/conventions/treaty/210
http://www.coe.int/en/web/human-rights-channel/istanbul-convention

[14] http://ec.europa.eu/justice/saynostopvaw/

[15] http://ec.europa.eu/justice/gender-equality/files/documents/151203_strategic_engagement_en.pdf

[16] http://europa.eu/rapid/press-release_STATEMENT-17-1268_it.htm

[17] http://europa.eu/rapid/press-release_IP-17-3306_it.htm

[18] http://europa.eu/rapid/press-release_STATEMENT-16-3945_it.htm